Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
News
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Biodiversity Preservation in ritardo

Ottobre 6th, 2014

Pipevine Swallowtail e Cardo

Pipevine Swallowtail e Cardo
Credito fotografico: p. Kevin McLaughlin, OMI

Il mondo è gravemente in ritardo rispetto agli obiettivi fissati nel 2010 per preservare la biodiversità, secondo un nuovo rapporto pubblicato dalle Nazioni Unite. Il rapporto afferma che oltre a campagne di alto profilo per salvare alcuni animali, preservare la biodiversità significa anche perseguire obiettivi come la riduzione dell'inquinamento da nutrienti nei fiumi. È necessario un uso molto più efficiente di terra, acqua, energia e materiali per raggiungere gli obiettivi concordati a livello globale entro il 2020.

"Un'azione audace e innovativa è urgentemente necessaria se i governi devono soddisfare il piano strategico concordato a livello mondiale per la biodiversità e i suoi obiettivi Aichi di 2020", ha detto il Segretariato della Convenzione sulla diversità biologica (CBD) di Montreal riferendosi agli obiettivi di biodiversità 20 concordato in 2010 nella città giapponese di Nagoya nella prefettura di Aichi.

"La sfida del raggiungimento di molti di questi obiettivi deriva dalla realtà che, sulla base delle tendenze attuali, le pressioni sulla biodiversità continueranno ad aumentare almeno fino al 2020 e che lo stato della biodiversità continuerà a diminuire", secondo questo ultimo rapporto sui progressi di il CBD. Il rapporto ammoniva "quello continuare con il "business as usual" nei nostri attuali modelli di comportamento, consumo, produzione e incentivi economici non ci consentirà di realizzare la visione di un mondo con ecosistemi in grado di soddisfare i bisogni umani nel futuro ".

Il rapporto, Global Diversity Outlook 4 è stato rilasciato oggi all'inizio della riunione 12th della Conferenza delle parti della Convenzione sulla diversità biologica, nota come COP-12, a Pyeongchang, Repubblica di Corea.

Per saperne di più…

 

Torna all'inizio