Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
News
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Festival della dottrina sociale: "Collaborazione multi-stakeholder"

Dicembre 8th, 2016

Di p. Séamus Finn, OMI

festivalofsocialdoctrine4"In mezzo alla gente" è stata la prospettiva organizzativa utilizzata per riunire più partecipanti di 500 al Festival della Dottrina Sociale di Verona, lo scorso fine settimana. I leader delle piccole imprese, i dirigenti ecclesiastici e membri del governo erano rappresentati nel festival come numerosi rappresentanti delle associazioni ecclesiastiche e della società civile. Hanno messo in mostra alcuni dei progetti di grande successo che continuano ad evolversi nelle cooperative e nelle cooperative di credito e hanno operato per anni e hanno presentato idee e approcci innovativi all'applicazione dell'insegnamento sociale cattolico alle imprese e al settore non profit. L'enciclica Laudato Sí fornito la motivazione per i partecipanti e la stimolazione per i colloqui, i panel e i workshop.

Nel suo messaggio al festival, Papa Francesco ritornò sul tema dell '"incontro" quando incoraggiò coloro che erano stati raccolti ad essere aperti alla grande diversità di popoli che costituiscono il tessuto dell'umanità. "Quando sei con le persone che vedi l'umanità: non esiste mai solo la testa, esiste sempre anche il cuore. C'è più sostanza e meno ideologia. Per risolvere i problemi delle persone dovresti iniziare dal basso, sporcarti le mani, avere valore, ascoltare l'ultimo ".

Nel seminario che ho presentato con il vescovo Moses Hamugonole della diocesi di Monze festivalofsocialdoctrine2in Zambia, ci è stato chiesto di condividere alcuni pensierin l'impegno delle chiese con le compagnie minerarie e nello specifico in Zambia. Abbiamo dato il nostro contributo alla richiesta di un dialogo multi-stakeholder incoraggiato in Laudati Sí e alla decisione della conferenza episcopale dello Zambia di aprile 2016 di convocare una conferenza su come l'agricoltura e l'estrazione possano contribuire allo sviluppo sostenibile.

Abbiamo ricordato come l'industria estrattiva rappresentata dagli amministratori delegati di molte grandi compagnie minerarie abbia chiesto un dialogo strutturato e sostenuto con il Vaticano attraverso il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Questa conversazione è iniziata concentrandosi sulla cattiva reputazione che il settore minerario ha in molte comunità e regioni e ha cercato di esplorare come l'industria potrebbe essere un partner più costruttivo nella promozione dello sviluppo. Nascevano così a Roma nel settembre 2013 le Giornate di riflessione e seguite dalle Giornate di coraggiosa conversazione tra i principali stakeholder che sono state ormai quattro volte convocate nel triennio intercorso con altre iniziative in occasione di eventi nazionali e regionali.

festivalofsocialdoctrine1Una domanda primaria che è stata ribadita in Laudato Sí si interroga sui meccanismi appropriati e sui modi sostenibili di coltivare l'abbondanza delle risorse naturali nella nostra "casa comune" che sono state affidate alle nostre cure e promesse anche di sostenere le generazioni future. Ciò include sia le risorse sulla superficie della terra che quelle al di sotto della superficie. Come strutturiamo l'esplorazione e l'uso di queste risorse di base in modo tale da lasciare un pianeta abitabile?

In secondo luogo abbiamo discusso il ruolo e la responsabilità di ogni stakeholder e come potrebbero collaborare per contribuire allo sviluppo appropriato e sostenibile ed essere consapevoli della crisi multipla come povertà, disoccupazione giovanile, migrazione, distruzione dell'ambiente, deterioramento delle infrastrutture e violenza che le società devono affrontare attraverso il mondo? Per le corporazioni e le fondazioni ciò deve estendersi oltre la filantropia, ma essere integrato nei loro stessi modelli e operazioni commerciali e nelle loro filosofie di investimento. Per i governi e i leader politici richiede l'esercizio della loro autorità per la promozione del bene comune che include la protezione della "nostra casa comune".

 "Faccio appello con urgenza, quindi per un nuovo dialogo su come modelliamo il futuro del nostro pianeta. Abbiamo bisogno di una conversazione che includa tutti, dal momento che la sfida ambientale che stiamo affrontando, e le sue radici umane, riguardano e riguardano tutti noi "(n.14)

 

 

 

Torna all'inizio