Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
Rivista
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Archivio notizie »Nazioni Unite


Edizione 2014 Primavera / Estate del rapporto GPSC disponibile on-line 28 Aprile 2014

GPIC-Report-Fall-2010Il numero 2014 di Spring / Summer di JPIC Report è ora disponibile online come PDF. Presto sarà disponibile in forma di stampa.

Si prega di contattare Mary O'Herron nell'ufficio GPSC se si desidera essere aggiunti alla mailing list.

Puoi trovare tutti i numeri di JPIC Report su questo sito nella sezione Risorse. (Scarica un PDF dell'ultimo numero)

 


Mandati del Consiglio delle risorse umane dell'ONU Indagine sul crimine di guerra dello Sri Lanka Marzo 28th, 2014

Il Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani ha adottato una risoluzione che impone un'inchiesta internazionale sulle accuse di gravi violazioni dei diritti umani nello Sri Lanka durante gli ultimi sette anni di guerra, con i paesi 23 che hanno votato a favore del documento nel corpo della nazione 47. Mentre i paesi 12 tra cui Pakistan, Maldive, Cuba, Venezuela, Cina, Russia hanno votato contro la Risoluzione, gli stati membri 12 si sono astenuti dal voto, tra cui India e Indonesia.

La risoluzione che ha approvato la sessione del Consiglio HR di quest'anno è più forte di quelle degli anni precedenti, in gran parte a causa del recente rapporto sullo Sri Lanka di Navi Pillay, l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Il suo rapporto concludeva che la Commissione per le lezioni apprese e la riconciliazione (LLRC), che ha identificato la necessità di garantire indagini indipendenti e credibili sulle passate violazioni dei diritti umani internazionali e del diritto umanitario, aveva fallito in questo. L'ONU ha stimato che 40,000 persone - per lo più civili tamil - sono state uccise nelle fasi finali della guerra. Altre stime arrivano fino a 80,000. Entrambe le parti sono state accusate di crimini di guerra.

 Gruppo internazionale di crisi, il presidente e amministratore delegato di cui è Louise Arbor, ex Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, afferma che "... il governo dello Sri Lanka (GoSL) non ha rispettato due successive risoluzioni del Consiglio dei diritti umani (HRC). Il fallimento è più evidente per quanto riguarda la responsabilità per presunti crimini di guerra e crimini contro l'umanità nella fase finale della guerra civile, ma anche per la mancanza di devoluzione del potere, la militarizzazione in corso del nord e dell'est e l'approfondimento dell'autoritarismo in tutto il paese. Ora è necessaria un'azione decisiva dell'HRC alla luce dei ripetuti fallimenti di GoSL nell'intraprendere da solo i passi necessari; è necessario anche per diminuire il rischio di un ritorno al conflitto mortale in Sri Lanka ".

Leggi la risoluzione qui...


Rilasciato don Praveen OMI e Ruki Fernando! Ms Jayakumari ha ancora tenuto. Marzo 19th, 2014

Rev. P. Praveen Maheesan, OMI

Rev. P. Praveen Maheesan, OMI

P. Praveen Mahesan OMI e Ruki Fernando, entrambi strenui difensori dei diritti umani, sono stati rilasciati nella tarda notte di martedì dalla custodia della Divisione investigativa criminale (CID) del governo dello Sri Lanka. I due stavano dando seguito all'arresto della sig.ra Balendran Jayakumari, un'aperta critica di numerose "sparizioni", quando sono stati arrestati loro stessi. La sig.ra Jayakumari, un'attivista che ha protestato vigorosamente per la "scomparsa" dei tamil (compreso suo figlio) dalla fine della guerra civile nel maggio 2009, è attualmente detenuta sotto un ordine di detenzione nella prigione di Boosa. Utilizzando una DO, può essere trattenuta fino a 18 mesi senza addebiti formali. L'Ufficio Oblate di GPIC è profondamente preoccupato per la sua sicurezza e il suo benessere e si unisce alla richiesta internazionale per il suo rilascio incondizionato. Si presume che la tortura sia comune in Sri Lanka.

Ruki Fernando, operaio laico cattolico e difensore dei diritti umani

Ruki Fernando, operaio laico cattolico e difensore dei diritti umani

Gli arresti hanno avuto luogo nel contesto di una repressione allarmante sui difensori dei diritti umani e altri che protestano contro i vari abusi delle forze militari governative, specialmente negli ultimi cinque anni.

Si prega di leggere la nostra dichiarazione dei recenti eventi qui ...

Si prega di trovare informazioni di base sulla signora Balendran Jeyakumari qui ...


Stop Trafficking! - Edizione di dicembre Dicembre 16th, 2013

testa d'albero a bruciapeloLeggi l' ultimo numero di Stop alla tratta!, la Newsletter contro la tratta di esseri umani per promuovere la consapevolezza, l'advocacy e l'azione. Questo numero include l'ultimo rapporto di Progetto Polaris, informazioni sulla webcam turismo sessuale infantile, serie preoccupazioni sul rapporto delle Nazioni Unite sulla tratta di esseri umani e sensibilizzazione sui ragazzi vittime della tratta per sfruttamento sessuale.

Sono disponibili anche vecchi problemi e dispense su argomenti specifici Qui…

Stop alla tratta! è reso possibile grazie alla sponsorizzazione di sostegno delle congregazioni nazionali e internazionali di donne religiose e dei loro partner.

 

 

 

 


Papa Francesco lancia la campagna “Food for All” Novembre 20th, 2013

A dicembre 10, papa Francesco avvierà un movimento mondiale per rispondere ai bisogni dei poveri e dei vulnerabili agendo per porre fine alla fame. L'accesso a cibo adeguato e nutriente è un problema globale di proporzioni immense, anche per le famiglie negli Stati Uniti

A mezzogiorno ora locale, un'ondata globale di preghiera inizierà a Tonga e progredirà in tutto il mondo fino a quando raggiungerà le Samoa Americane alcune 24 ore e più di 164 paesi dopo.

Per favore unisciti Caritas cattoliche USA, Catholic Relief Services e la rete di Caritas Internationalis che forniscono assistenza alle persone che soffrono la fame in tutto il mondo partecipando all'ondata di preghiera. Questo è l'inizio di una campagna molto più ampia per combattere la fame.

Inoltre, si prega di consultare la risorsa basata sulla fede sulla povertà e la fame disponibili da Catholic Rural Life, chiamata Sicurezza alimentare e giustizia economica.

 

 


Appello filippino per l'azione sul clima Novembre 19th, 2013

Sulla scia del Supertyphoon Haiyan, Yeb Sano, delegato filippino al negoziati internazionali sul clima a Varsavia, ha fatto un'appassionata richiesta di agire e "fermare la pazzia" che è il cambiamento climatico. Di seguito è riportato un video modificato del suo indirizzo, con scene della devastazione nelle Filippine a fianco. È un video potente in questa seconda settimana dei negoziati sul clima, il cui obiettivo principale è il finanziamento di investimenti rispettosi del clima per le nazioni in via di sviluppo.

 

Torna all'inizio