Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
Cosa ce di nuovo
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Archivio notizie »Faith Responsible Investing


Oblati missionari nello Zimbabwe: "il pozzo per l'acqua pulita" è un'ancora di salvezza. Luglio 14th, 2015

CIMG1857 [1]

Fr. Charles Rensburg, OMI con i leader della comunità Bhomela nello Zimbabwe

Recentemente, una parrocchia cattolica di St. Mary of Sorrows in Virginia, Stati Uniti, ha donato alla comunità locale di Bhomela nello Zimbabwe. Questo generoso dono ha permesso alle persone di Bhomela di ottenere un pozzo per la fornitura di acqua pulita e di aiutare nello sviluppo di iniziative agricole locali durante la stagione secca prolungata. La comunità di Bhomela è una chiesa di missione per gli Oblati Missionari dello Zimbabwe di Maria Immacolata.

“Molti bambini soffrono di malattie nate dall'acqua e di malnutrizione nell'area di Bhomela. Questo progetto di trivellazione farà molto per alleviare questi problemi e sviluppare iniziative di 'auto-aiuto' per risolvere i problemi locali ”, afferma il Missionario Oblato dello Zimbabwe, p. Charles Rensburg, OMI parlando a nome della comunità locale.

“Le parole non possono cominciare per descrivere la gioia della comunità nell'aver ricevuto una 'linea di vita' dell'acqua per l'intero villaggio. Il pozzo sarà mantenuto dalla comunità cattolica locale, mentre allo stesso tempo è stato garantito l'accesso completo all'intero villaggio di oltre 3000 persone ".

Fine nascondi lo spagnolo dalla pagina non spagnola --->

Le Fedi vedono il cambiamento climatico come una minaccia morale e pratica 4 maggio 2015

I gruppi di fede si stanno mobilitando sul cambiamento climatico, considerandolo una minaccia esistenziale alla creazione. Papa Francesco pubblicherà un'enciclica papale sull'ambiente quest'estate, che dovrebbe sottolineare sia la necessità di ridurre le emissioni di carbonio prodotte dall'uomo, sia i paesi ricchi per aiutare le nazioni più povere ad affrontarlo, poiché hanno fatto ben poco per creare il problema .

Nel frattempo, la Chiesa d'Inghilterra sta mettendo le sue sterline e pence dove è la sua bocca: il corpo che amministra la Comunione anglicana in tutto il mondo la scorsa settimana ha annunciato che è disinvestimento da carbone termico e sabbie bituminose.

Finanza islamica ha svolto un ruolo importante negli investimenti per l'energia pulita finora in questo decennio.

Anche il disinvestimento da queste forme di energia ad alta intensità di carbonio è una buona gestione finanziaria. Con la pressione crescente sia da parte delle imprese preoccupate di come operare in un mondo sconvolto dai cambiamenti climatici, sia da movimenti popolari sempre più vocali, sta diventando più probabile un prezzo sul carbonio per scoraggiarne l'uso. Accanto a questo c'è il fatto che le forme di energia rinnovabile - eolica, solare, geotermica e simili, sono sempre più competitive in termini di costi. Se i danni alla salute e al clima fossero presi in considerazione nel prezzo dei combustibili a base di carbonio, le energie rinnovabili sarebbero già un chiaro vincitore.

Clicca qui per saperne di più "


Due anni dopo Rana Plaza ... 1 maggio 2015

A due anni dal crollo della fabbrica Rana Plaza in Bangladesh, le preoccupazioni persistono. Questi includono la tempestività di importanti sforzi di riparazione, l'istituzione di comitati per la salute e la sicurezza in fabbrica e gli impegni aziendali per un fondo per le vittime. Una coalizione di investitori globali che rappresentano 2.5 trilioni di dollari in beni - inclusi i Missionari Oblati - hanno inviato lettere ai membri aziendali dell'Accordo del Bangladesh per la sicurezza antincendio e degli edifici (Accord) e dell'Alleanza per la sicurezza dei lavoratori del Bangladesh (Alliance). Le lettere richiedono che le aziende rivelino i loro sforzi per salvaguardare la vita dei lavoratori nelle fabbriche di abbigliamento del Bangladesh.

Leggi la lettera per gli investitori qui ...


Gli investitori basati sulla fede aiutano VOICE a garantire il finanziamento necessario da GE 28 Aprile 2015

200px-General_Electric_logo.svgGli investitori basati sulla fede e socialmente responsabili hanno permesso ai leader di VOCE (Virginians Organized for Interfaith Community Engagement) per utilizzare i loro delegati per partecipare all'AGM di GE a Oklahoma City il 22 aprile. VOICE era interessata a partecipare all'AGM per spingere GE a impegnarsi per 1 milione di dollari in finanziamenti per il Metro IAF / VOICE Equity Restoration Fund . Gli attivisti religiosi si erano già assicurati $ 1 milione da JP Morgan e $ 1.5 milioni dalla Bank of America.

Il loro sforzo ha avuto successo, cosa che i leader religiosi hanno appreso in un'e-mail dalla compagnia proprio mentre si imbarcavano sul volo per l'Oklahoma. La sovvenzione servirà a mobilitare oltre $ 10 milioni da investitori religiosi e altri investitori sociali per aiutare a finanziare la riabilitazione di proprietà rovinate e abbandonate, la costruzione di nuove case, lo sviluppo di alloggi in affitto a prezzi accessibili e altre attività di restauro della comunità nella contea di Prince William, Virginia.

Gli Oblati, attraverso don Seamus Finn, OMI hanno lavorato con VOICE per diversi anni su questa iniziativa progettata per aiutare le persone schiacciate dalla crisi dei mutui in 2007-08.

Leggi la lettera di GE che si impegna a questo finanziamento.


Investito nel cambiamento: fede coerente nell'investire in un mondo che sfida il clima 14 Aprile 2015

"Investiti nel cambiamento: investimenti coerenti con la fede in un mondo con sfide climatiche" è un documento prodotto dal Centro interconfessionale sulla responsabilità aziendale (ICCR), inteso a catalizzare la discussione sulle soluzioni pratiche necessarie per accelerare il passaggio a alternative energetiche a basse emissioni di carbonio e sostenibili. È offerto come un invito aperto alle aziende, agli investitori e ai difensori a condividere i loro doni nel lavoro collettivo per costruire economie, imprese e comunità più sostenibili e resilienti al clima.

Per saperne di più…

 

Torna all'inizio