Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
News
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Archivi di notizie »canada


DOWA Metals & Mining è una minaccia per il Chilkat Watershed 16 Aprile 2021

Foto per gentile concessione di Timothy Eberly, Unsplash

AGIRE: AIUTATECI A FERMARE QUESTA MIA!

Il fiume Chilkat - "Jilkaat Heeni" in lingua tlingit, che significa "contenitore di stoccaggio per il salmone" - scorre dalle sue sorgenti nelle Coast Mountains della British Columbia, in Canada, nel mare vicino ad Haines, in Alaska.

Lo spartiacque è stato risolto millenni fa ed è il territorio tradizionale del popolo Chilkat Tlingit. Oggi, lo spartiacque rimane centrale, economicamente e culturalmente, al Chilkat Indian Village di Klukwan, una tribù riconosciuta a livello federale. I raccolti tradizionali, in particolare di salmone selvatico ed eulachon, sono la linfa vitale del villaggio.

L'azienda di fonderia giapponese DOWA Metals and Mining ha assunto il controllo del Palmer Mine Project alle sorgenti del Chilkat Watershed. Invia questa lettera a DOWA, chiedendo al Consiglio di amministrazione di smettere di finanziare questa miniera. 
 
Visita questo sito web a leggi di più e invia la lettera.
 

 


Simposio canadese sull'estrazione mineraria e la giustizia a novembre Ottobre 24th, 2014

L'iniziativa Oblate JPIC in Canada ha organizzato un simposio sull'estrazione mineraria, chiamato "The Global Cry of the People" Symposium on Mining Extraction and Justice per venerdì, novembre 7th e sabato novembre 8th, 2014. Si terrà presso la Saint Paul's University di Ottawa.

Il simposio è stato progettato per creare una maggiore consapevolezza tra i canadesi circa l'impatto del settore minerario e cercherà di creare uno spazio per la Chiesa, la società civile e i politici per apprendere e discutere le questioni relative alla giustizia.

I partner in questo progetto includono: St Paul University, Canadian Mining Watch, Canadian Catholic Organization for Development and Peace, Halifax Initiative, Citizens for Public Justice, Canadian Martyrs Parish, St Joseph's Parish, Episcopal Commission for Justice and Peace-CCCB e KAIROS . L'oratore ospite sarà il teologo p. Gustavo Gutierrez Merino, noto come il fondatore della teologia della liberazione in America Latina. Il simposio comprenderà anche presentazioni di esperti, che includeranno politici canadesi, rappresentanti dell'industria mineraria e portavoce con esperienza diretta dalle comunità minerarie in Asia, Africa, America Latina e Canada.

Informazioni e il modulo di registrazione, sono ora disponibili andando al Sito web OMI Lacombe e selezionando Giustizia, pace e integrità del creato / JPIC. Lì troverai tutto il materiale della conferenza. Puoi anche registrarti

Questo simposio è gratuito e aperto a tutti coloro che potrebbero essere interessati, anche se una donazione volontaria per coprire i costi sarà accettata al tavolo di registrazione.

Per ulteriori informazioni, contattare Leonardo Rego, OMI presso jpic@omilacombe.ca

 

 

 


Il Canada dichiara il sostegno al diritto umano all'acqua 31 maggio 2012

Con una svolta sorprendente, il Canada si è inchinato a anni di pressione nazionale e internazionale, decidendo finalmente di riconoscere il diritto umano all'acqua e ai servizi igienico-sanitari.

Il Consiglio dei Canadesi, la più grande organizzazione di difesa della giustizia sociale del Canada, ha fatto una campagna per oltre un decennio per garantire il diritto umano all'acqua, e ha pubblicato questo risposta all'annuncio sul loro sito web:

Recentemente, il mese scorso, il Canada è stato isolato nei negoziati Rio + 20 come l'unico paese a dichiarare pubblicamente che non esiste una base legale per il diritto e chiede la sua cancellazione. Questa posizione era insostenibile, tuttavia, quasi due anni dopo che l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò una risoluzione che riconosceva il diritto (Ris. GA A / 64 / 292) seguito da tre successive conferme delle risoluzioni del Consiglio dei diritti umani.

Maude Barlow, presidente nazionale del Consiglio dei canadesi e ex consigliere delle Nazioni Unite per l'acqua al presidente dell'Assemblea generale, afferma: "Ci sono volute pressioni senza precedenti per convincere questo governo a cambiare la sua posizione, e il cambiamento è una buona cosa, ma le parole non sono abbastanza. Abbiamo bisogno di azioni e le azioni del governo contraddicono direttamente il rispetto per il diritto umano all'acqua ".

Il Consiglio ha costantemente chiesto ai governi canadesi di mostrare il loro impegno per l'acqua attuando un atto nazionale sull'acqua, compreso un piano d'azione nazionale sul diritto umano all'acqua. Il Consiglio dei Canadesi attende con impazienza che il governo fornisca un piano chiaro di cosa intende fare per soddisfare i suoi obblighi internazionali e interni in relazione al diritto umano all'acqua e ai servizi igienico-sanitari.

 Per saperne di più…


Il Canada approva la dichiarazione dei diritti indigeni delle Nazioni Unite Novembre 17th, 2010

Il governo del Canada ha approvato formalmente la dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti delle popolazioni indigene il mese di novembre 12.

"Comprendiamo e rispettiamo l'importanza di questa Dichiarazione delle Nazioni Unite per i popoli indigeni in Canada e nel mondo", ha affermato l'onorevole John Duncan, ministro degli Affari indiani e dello sviluppo del Nord e interlocutore federale per Métis e gli indiani senza status. "Il Canada ha approvato la Dichiarazione per riconciliare e rafforzare ulteriormente le nostre relazioni con i popoli aborigeni in Canada".

Per saperne di più…


Studenti mentori nel lavoro di giustizia sociale Novembre 1st, 2010

Fr. Daniel Renaud, omi è interessato a sviluppare un programma per gli studenti per conoscere il lavoro di giustizia sociale impegnandosi con le persone alla base o attraverso la difesa dei problemi. Se sei un Oblato coinvolto nel lavoro di giustizia sociale, vorrebbe mettersi in contatto con te per discutere la possibilità di uno studente che viene a lavorare con te per un periodo di tempo.

Padre Renaud è il cappellano dell'università St. Paul di Ottawa, nell'Ontario, in Canada. Recentemente è stato nominato presidente della Canadian Catholic Campus Ministry Association. Questa associazione, incaricata dalla Conferenza dei vescovi canadesi, sostiene il ministero del campus nel promuovere la missione della Chiesa cattolica.

Fr. Daniel Renaud è stato il cappellano dell'università Saint Paul sin da 2004. La sua email è: drenaud@ustpaul.ca Il sito web dell'Università è www.ustpaul.ca

Fr. Renaud spiega la sua idea in questa intervista con l'ufficio JPIC degli Oblati degli Stati Uniti. Guarda il video:
http://www.youtube.com/watch?v=TYTsmnvWUUg
(Guarda il video su YouTube)


L'arcivescovo Miller rivolge un appello a favore dei rifugiati Tamil in Canada Agosto 30th, 2010

L'arcivescovo J. Michael Miller della diocesi di Vancouver ha rilasciato una dichiarazione su August 25, 2010 sulla situazione dei rifugiati Tamil di 492 che sono arrivati ​​a Vancouver all'inizio di agosto in cerca di asilo.

L'arrivo della nave carica di rifugiati ha generato polemiche in Canada. I tamil canadesi, la più grande comunità tamil al di fuori dello Sri Lanka e dell'India, hanno esortato le autorità ad accettare i richiedenti asilo, affermando che il gruppo di minoranza deve affrontare continue discriminazioni per mano della maggioranza cingalese in Sri Lanka. L'Alto Commissario dello Sri Lanka per il Canada ha chiesto al Paese di rifiutare lo status di rifugiato a causa di presunti legami con il movimento separatista delle Tigri Tamil. Le Tigri Tamil o Tigri della Liberazione del Tamil Elam (LTTE) come ala militare del movimento separatista Tamil, furono brutalmente spazzate via nella primavera del 2009. Si ritiene che decine di migliaia di Tamil siano morti negli ultimi mesi del conflitto, intrappolati com'erano tra i due eserciti in guerra. Secondo quanto riferito, i crimini di guerra sono stati commessi da entrambe le parti.

"Tieni a mente la dignità dei rifugiati tamil durante il dibattito sull'immigrazione"

Dichiarazione dell'arcivescovo J. Michael Miller, che è stato membro del Pontificio Consiglio vaticano per la pastorale dei migranti e degli itineranti.

Clicca qui per saperne di più "

Torna all'inizio