Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
News
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Vivere il carisma dell'OMI: p. Ray Cook partecipa alla sperimentazione sul vaccino Pfizer

Dicembre 30th, 2020

Di p. Raymond Cook, OMI

Mentre il COVID-19 attaccava furiosamente nei primi mesi dell'epidemia, il mondo stava vivendo incerti, cambiamenti di vita e difficoltà economiche. La Rice University era, ed è ancora, un microcosmo del mondo in cui viviamo. Avendo il nostro primo caso confermato a febbraio nel laboratorio di ricerca, uno dei membri della nostra comunità cattolica ha contratto il virus e ha trascorso più di due mesi a riprendersi. Il modo in cui il suo corpo reagiva al virus era grave, ma era anche tale che non era in grado di sviluppare anticorpi contro il virus anche dopo essere stata libera da COVID. Oggi ogni studente di Rice, membro della facoltà, personale e visitatori ricevono test COVID settimanali (tamponi nasali) e le maschere sono richieste come TUTTE le volte e nessuno può mangiare in casa in gruppo. Il loro tasso di successo è un modello per tutte le università. Ad oggi, il tasso di positività è di gran lunga inferiore all'1%.

Nel maggio del 2020 un Rice Alumnus, che lavora per il Texas Drug and Development Center, ha lanciato una chiamata per convincere i volontari a provare il nuovo vaccino a base di RNA per lo studio Pfizer di fase II / III. Poiché era così vicino a casa e la mia chiamata come Oblato mi ha costretto a vivere secondo la Costituzione 2, ho deciso di iscrivermi come volontario per partecipare allo studio in doppio cieco. Doppio cieco significa essenzialmente che né il partecipante né i medici sanno che stai ricevendo il vaccino o il placebo. Sono il paziente 77 in questo studio. A fine luglio ho ricevuto la chiamata per fissare un appuntamento. Ne ho discusso con amici e familiari e la maggior parte di loro lo sconsigliava perché sono asmatico. Ma dopo molto tempo in preghiera e guida del nostro Signore Gesù, ho deciso di procedere.

Ad agosto sono arrivato e l'appuntamento è durato quattro ore mentre hanno attraversato la mia storia medica completa, i farmaci che prendo, così come le vitamine oi minerali fino all'estratto di amarena che prendo quotidianamente. Dovevano essere sicuri, dissero, che se avessi reagito al vaccino fosse chiaro cosa potesse aver causato la reazione. Trenta minuti prima di lasciare la clinica, ho ricevuto la prima di 2 dosi. Mi sono seduto lì ad aspettare reazioni gravi. Sembrava tutto a posto. Mi hanno mandato a casa con le schede di contatto di emergenza, un kit di test COVID (che avrebbero recuperato a qualsiasi ora del giorno o della notte se dovessi manifestare sintomi), un termometro, un misuratore per misurare il sito di iniezione e un'app per registrare aggiornamenti quotidiani. Il giorno successivo avevo in programma di donare il sangue e fui informato che non sarei stato in grado di donarlo per due anni in modo che potessero determinare in che modo questo vaccino influiva sul flusso sanguigno. Inutile dire che è stato tutto un po 'snervante quando sono entrato in uno studio sconosciuto che continuerà fino ad agosto del 2022.

Dopo il primo ciclo ci sono stati pochissimi effetti collaterali ad eccezione di un po 'di gonfiore e dolore al sito di iniezione. Pensavo di aver ricevuto il placebo. Poche settimane dopo ho ricevuto la seconda iniezione durante un appuntamento di due ore. Pochi giorni dopo riuscivo a malapena a muovermi perché ero così esausto, ma il giorno dopo stavo bene. "Forse" ho pensato, "ho ricevuto il vero vaccino", ma avrei anche potuto essere esausto. Ora è passato del tempo e abbiamo ricevuto la buona notizia che il vaccino Pfizer ha una percentuale di successo del 95%! Ho anche saputo che presto sarò "scoperto" e avrei dovuto ricevere il placebo; Presto sarò invitato a ricevere il vaccino vero e proprio. Tuttavia, farò visite trimestrali, monitoreranno il mio sangue per 2 anni poiché sono ancora in fase di prova e continuerò a vivere come se avessi ricevuto un placebo per proteggere chi mi circonda.

Ovviamente continuerò a pregare affinché i poveri del nostro mondo abbiano accesso ai nuovi vaccini. Ringrazio anche Dio per aver creato menti in grado di proteggere il mondo attraverso la scienza.

 

Torna all'inizio