Logo JPIC OMI

Giustizia, pace e integrità della creazione

Oblati missionari di Maria Immacolata  Provincia degli Stati Uniti

Logo OMI
News
Traduci questa pagina:

Notizie recenti

News feed

Archivio News


Video e audio più recenti

Più video e audio>

Fondo per l'assistenza globale con carenza critica

20 febbraio 2009

Il Fondo globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi (TB) e la malaria, una partnership pubblico-privata istituita in 2001, sta finendo i fondi. Questa carenza influenzerà negativamente il prossimo round di borse di studio. Il Fondo globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi e la malaria è la più grande risposta multilaterale alle tre malattie. Il Fondo Globale riceve denaro da governi, imprese e privati ​​per sostenere programmi di prevenzione, trattamento e cura su larga scala mirati alle tre malattie. Da quando è stato avviato, il fondo ha impegnato $ 14.9 miliardi nei paesi 140 con la maggiore percentuale di denaro destinata all'Africa sub sahariana, fortemente colpita dall'HIV-AIDS.

Oggi, i sostenitori sono profondamente preoccupati per il Fondo globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi e la malaria. Il presidente del consiglio di amministrazione del Fondo globale, Rajat Gupta, ha rilasciato una dichiarazione il 29 gennaio durante il Forum economico mondiale a Davos, in Svizzera, affermando che gli impegni dei paesi donatori sono inferiori di 5 miliardi di dollari a ciò che è necessario fino al 2010. Questa carenza ha spinto il fondo globale per raccomandare riduzioni del budget del 10%, che alla fine influenzeranno gli obiettivi di performance per le persone che ricevono cure e cure preventive dal 2001, così come per gli orfani. Il consiglio del fondo globale prevede che per aumentare l'accesso al trattamento universale entro il 2010, l'importo totale necessario sarà di 8 miliardi di dollari. L'attuale impegno dei donatori è ora di soli $ 3 miliardi, lasciando un divario di $ 5 miliardi.

Gli Stati Uniti sono il singolo più grande donatore del fondo globale, con donazioni impegnate intorno al 33% ogni anno. Nel 2008, il Congresso degli Stati Uniti ha stanziato 841 milioni di dollari al Fondo globale, la più grande donazione mai realizzata. Questo fondo ha avuto un enorme successo nel fornire l'accesso al trattamento e alla prevenzione dell'AIDS a milioni di persone in Africa, America Latina, Asia ed Europa orientale. È fondamentale che gli Stati Uniti continuino a mostrare la leadership sull'AIDS globale, soprattutto nel mezzo di questo tracollo economico. Nell'esercizio 2009, il contributo del fondo globale degli Stati Uniti è di 500 milioni di dollari, un taglio di quasi 350 milioni di dollari rispetto alla richiesta del 2008. Non c'è ancora richiesta per il Fondo globale per l'esercizio 2010.

Gli Stati Uniti possono aiutare a risolvere questa emergenza globale di fondi per l'AIDS attraverso le misure di spesa supplementare di emergenza per l'anno fiscale 2009 con un impegno di $ 1 miliardo ora. Questo risolverebbe il sottofinanziamento del fondo globale dell'ex presidente George Bush. In secondo luogo, gli Stati Uniti devono soddisfare il loro contributo equo che è 1/3 del fondo globale ($ 8 miliardi), quindi un nuovo contributo per FY2010 deve essere $ 2.75 miliardi.

L'ufficio Oblate JPIC si è recentemente unito ad altri gruppi di fede e diritti umani firmando una lettera ai ministri delle finanze del governo G7 chiedendo loro di mantenere le promesse al Fondo Globale che continueranno a salvare milioni di vite umane in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni, invia email a gngolwe@omiusa.org

 

Torna all'inizio